Faq

Faq generiche

  • Perché non è possibile conferire il rifiuto umido presso i centri di raccolta?

    La normativa provinciale non consente lo stoccaggio del materiale umido presso i centri di raccolta in quanto non hanno caratteristiche tecniche adatte (ci vorrebbe una vasca per raccogliere il percolato).

  • Perché non posso inserire nella plastica tutti i materiali che hanno il simbolo del riciclo ma solo i contenitori?

    Il motivo è da ricercarsi nel funzionamento del CONAI: esso tassa i produttori e gli importatori di imballaggi per una somma proporzionata al peso del materiale immesso sul mercato.
    Tali somme vengono poi restituite ai Comuni in proporzione al quantitativo di materiale che il Comune stesso raccoglie in un anno.
    Plastica e bicchieri non rientrano nella categoria dei materiali che devono pagare il contributo al CONAI per cui non vengono accettati dalla filiera della plastica e scartati.

  • Cosa devo fare con verde ed ingombranti?

    Verde ed ingombranti possono venir conferiti con due diverse modalità:
    •portandoli personalmente presso l’ecopiazzola di riferimento
    •richiedendo l’asporto a domicilio che viene effettuato a domicilio previa prenotazione da effettuarsi chiamando il numero verde Isontina Ambiente 800 844 344.

  • Le utenze non domestiche possono utilizzare i centri di raccolta?

    No, i centri di raccolta sono a disposizione solo dei privati cittadini.

  • Se il camion si dimentica di raccogliere il sacco dei rifiuti, cosa devo fare?

    È sufficiente segnalare il mancato asporto al numero verde 800 844 344 che prende in carico la segnalazione ed invia una squadra che si occupa di prelevare il sacco in questione.

  • Cosa devo fare nel caso in cui sul mio rifiuto venga apposto un bollino arancio?

    Il bollino arancio segnala un conferimento non conforme.
    In particolare può trattarsi di esposizione del rifiuto in giornata sbagliata, di utilizzo di sacchetti diversi da quelli previsti da Isontina Ambiente, di materiale non conforme alle indicazioni del sacchetto.
    Il cittadino può chiedere al call center spiegazioni circa i motivi del mancato asporto e della bollinatura. In ogni caso il sacchetto va ritirato dalla strada ed esposto correttamente alla prima data utile successiva.

  • Come deve fare il cittadino neo residente per ritirare il kit per il conferimento dei rifiuti?

    Il cittadino al momento della propria iscrizione ai registri del proprio comune riceve tutto il materiale per un corretto conferimento.

  • Una volta che i sacchetti della prima dotazione sono terminati, a chi dobbiamo rivolgerci per averne degli altri?

    Esaurita la dotazione che Isontina Ambiente consegna a tutte le utenze una volta l'anno, I sacchetti possono essere acquistati presso una serie di esercizi commerciali di cui esiste un elenco sul sito Isontina Ambiente.

  • Come si fa a sapere l’area in cui rientra la propria via di residenza?

    Il calendario delle raccolte che viene consegnato a ciascun utente riporta l’area di riferimento.

  • Cosa significa “gestione a carico del cittadino/condominio di bidoni e cassonetti”?

    Bidoni e i cassonetti sono gestiti dal cittadino che si occupa di esporli sulla strada principale la sera prima del giorno della raccolta e di lavarli. A questo proposito è opportuno sottolineare che quando il conferimento viene fatto con la dovuta attenzione, l’unico materiale che può presentare inconvenienti igienici è l’umido. Per ovviare a tale rischio si consiglia di mettere nel bidone marrone sacchi di dimensioni adeguate che fungano da fodera per il contenitore stesso.

  • Perché il rifiuto umido viene raccolto solo due volte la settimana?

    Il rifiuto umido (così come le altre tipologie) può essere raccolto anche con frequenza superiore alle due volte la settimana anche se sappiamo che la resa quantitativa complessiva non dipende dal numero delle prese.
    È il comune che sceglie quante prese devono essere effettuate sul proprio territorio anche in considerazione dei costi.

  • In caso di forte dubbio circa il contenitore in cui inserire un determinato rifiuto come devo comportarmi se non riesco ad avere una risposta certa?

    La regola che consente di non compiere errori pericolosi per l’intero carico di rifiuti è quella di inserire il rifiuto di incerta destinazione nel sacco del secco residuo.

  • Siamo certi che i materiali che il cittadino conferisce separatamente non vengono mescolati tutti assieme?

    No ciò non avviene e non può avvenire in quanto la raccolta di ciascun materiale viene effettuata con mezzi dedicati alla raccolta del singolo materiale.

  • Se la giornata di raccolta della zona in cui si risiede coincide con un giorno festivo come ci si deve comportare?

    Se la giornata di raccolta coincide con il giorno festivo verificare sul calendario delle raccolta se il suo asporto è stato positicipato o meno; normalmente il servizio viene effettuato anche nelle giornate di festa salvo casi particolari riportati sul calendario.

  • Esistono servizi specifici anche per anziani e altre categorie protette?

    Si, su richiesta di alcuni comuni della provincia sono stati attivate raccolte di rifiuto tal quale che viene raccolto mediante l’ausilio di sacchi verdi.
    I sacchi vengono consegnati dal comune o da associazioni attive nel settore del volontariato sociale.

  • Chi abita in una strada privata in cui il camion non riesce a girare come deve comportarsi?

    Prima dell’avvio del servizio, personale Isontina Ambiente accompagnato dai tecnici comunali fa un sopralluogo in tutto il comune. Nel caso in cui vengano identificate particolari strade in cui i mezzi di raccolta non riescano ad accedere viene consegnato un volantino su cui viene indicato il punto in cui dovrà essere depositato il proprio rifiuto. È opportuno sottolineare come Isontina Ambiente disponga di mezzi di diverse dimensioni che riducono al minimo le situazioni di impossibilità di manovra.

  • Dove metto cassette di plastica o scatoloni di cartone particolarmente voluminosi e che non entrano nel sacco bianco?

    Cassette e cartoni possono venir esposti a fianco del contenitore utilizzato per il conferimento della carta.

  • Posso lasciare sempre sulla strada il cassonetto condominiale?

    Se il sistema di raccolta porta a porta dovesse venir applicato con le stesse modalità attive nel resto della provincia, dopo ogni svuotamento il cassonetto condominiale dovrebbe venir riportato nella proprietà privata. Esistono però correttivi che non obbligherebbero i cittadini a lasciare il cassonetto nella proprietà pubblica quali i cassonetti con chiave che sono comunque in grado di garantire una ottima qualità del rifiuto raccolto.

  • Come faccio a distinguere il mio contenitore dei rifiuti da quello del mio vicino?

    Il kit per il conferimento del rifiuto comprende anche un adesivo da applicare sul singolo mastello su cui è possibile mettere il proprio cognome o un altro segno di riconoscimento.

  • Se vado in ferie è ho dei rifiuti che vengono raccolti solo qualche giorno dopo la mia partenza come faccio per liberarmene?

    Il solo rifiuto che se rimane in casa più giorni provoca inconvenienti è il rifiuto umido. Le altre tipologie di rifiuto non puzzano.
    Quindi, fermo restando che tale problema può riguardare solo coloro che abitano in case singole o in edifici con al massimo 5 nuclei familiari (chi risiede in edifici più grandi infatti ha a propria disposizione il bidone condominiale), si potrà chiedere la collaborazione del vicino o, in alternativa, utilizzare i cassonetti disponibili presso luoghi pubblici quali il cimitero.

  • Le confezioni in plastica, i barattoli di alluminio, … devono venir lavati prima di essere buttati via?

    Il lavaggio dei contenitori di cibi è consigliato ma non obbligatorio. I contenitori non lavati però possono causare cattivi odori.

  • Se voglio esporre il sacco senza che sia possibile intravederne il contenuto come devo fare?

    Il rifiuto prima di essere conferito nel sacco Isontina Ambiente può venir inserito in qualsiasi sacchetto: in ogni caso il sacco esterno esposto sulla strada dovrà essere quello fornito da Isontina Ambiente.

  • I rifiuti quando vengono esposti sono soggetti a possibili atti di vandalismo: chi deve pulire le aree interessate nel caso in cui vengano dispersi.

    Nei comuni in cui è attivo il porta a porta in seguito al riscontro di tale eventualità Isontina Ambiente provvede ad effettuare interventi di spazzamento e pulizia straordinari integrativi.

 
Non hai trovato quello che cerchi ? Chiamaci al numero verde!